Catalogo Autori

Fondazione Diritti Genetici

Fondazione Diritti Genetici

La Fondazione Diritti Genetici è un’istituzione sociale di ricerca, formazione e comunicazione sulle biotecnologie. 
Nata del 2007 come evoluzione delle attività del Consiglio dei Diritti Genetici, promuove e organizza ricerca scientifica indipendente e comunicazione sociale sul tema dell’innovazione biotecnologica, riservando particolare attenzione alle sue implicazioni ambientali e sociali.
 Realizza progetti e modelli per la partecipazione dei cittadini alla scienza, lo sviluppo di biotecnologie sostenibili, la gestione civica delle risorse genetiche considerate come beni comuni.
 www.fondazionedirittigenetici.org

Scienza Bene Comune

titolo libro

Saggistica

“Chi decide della scienza quando la scienza riguarda tutti?”. La provocazione di Mario Capanna, presidente della Fondazione Diritti Genetici ed ex leader del Movimento studentesco del ‘68, è stata lanciata via web a decine di ricercatori, giuristi, filosofi, economisti. Da Gustavo Zagrebelsky a Nadia Urbinati, da Emanuele Severino a Marcello Cini e Bartolomeo Sorge, più di trenta intellettuali italiani si sono incontrati e ‘scontrati’ ogni settimana, per oltre un anno, sulle pagine web di  www.scienceanddemocracy.org. Ne è nato un confronto ricco e interdisciplinare sul rapporto tra scienza e democrazia, sul concetto di conoscenza come bene comune: un’agorà virtuale, ora presentata in volume, che non mancherà di affascinare i lettori così come ha già fatto con il popolo del web.
 

Biodiversità e beni comuni

titolo libro

Saggistica

La diversità in tutti i suoi aspetti, da quella biologica a quella culturale ed economica, va intesa come strategia essenziale di sopravvivenza e di successo evolutivo per confrontarsi con le opportunità e i rischi di un futuro imprevedibile. Il volume, che raccoglie gli atti del V Congresso internazionale "Scienza e Società-La frontiera dell'invisibile" della Fondazione Diritti Genetici, invita a riconsiderare il modo di rapportarci con la realtà naturale, con i nostri simili, con la cultura, per arrivare a riformulare le possibili forme organizzative del futuro, persino del nostro stesso “sentire”, perché le diversità non vengano risucchiate nella omologazione.
Il volume, raccoglie, tra gli altri, i contributi di Sayed Azam-Ali, Debi Barker, Salvatore Ceccarelli, Manuela Giovannetti, Vittorio Sgaramella.

Fast Science

titolo libro

Saggistica

In tutti i paesi avanzati la scienza e la sua comunicazione giocano un ruolo chiave nell’indirizzare le scelte di interesse sociale. Spesso, tuttavia, gli orientamenti della ricerca scientifica sono legati a obiettivi e interessi che, più che con la scienza, hanno a che fare con i suoi usi economici e finanziari. Questa nuova dimensione può allora influire sulla qualità dei risultati ottenuti nei laboratori di ricerca.
Il volume, che raccoglie i lavori congressuali della quarta edizione di "Scienza e Società - La Frontiera dell'invisibile", organizzato dalla Fondazione Diritti Genetici, ci guida in un percorso che dalla problematizzazione del rapporto tra conoscenza ed etica approda a nuove policy dell’innovazione.
Contributi, tra gli altri, di Giuseppe Altamore, Luisella Battaglia, Ermanno Bencivenga, Marcello Cini, Elena Gagliasso Luoni, Richard Smih.
 

Biotecnocrazia

titolo libro

Saggistica

Il volume, che raccoglie i lavori congressuali della terza edizione di “Scienza e Società - La frontiera dell'invisibile”, organizzato dalla Fondazione diritti genetici, rilancia la necessità di una gestione democratica e trasparente delle decisioni concernenti la scienza e la tecnologia, i cui sviluppi investono settori sempre più numerosi della società, della salute e dell'ambiente.
In biomedicina, ad esempio, è ormai evidente un problema di integrità della ricerca, tanto da rendere necessaria una metaricerca compiuta da scienziati indipendenti i cui esiti mettono in rilievo gravi manipolazioni negli studi scientifici commissionati dall'industria.
Il volume raccoglie, tra gli altri, i contributi di Jean-Pierre Berlan, Piero Bevilacqua, Gianluca Bocchi, Marcello Buiatti, Mario Capanna, José Esquinas-Alcàzar, Silvio Funtowiicz,
Tom Jefferson, Gianni Tamino.

Il gene invadente

titolo libro

Saggistica

Basato sulla puntuale ricostruzione del pensiero e degli sviluppi della biologia moderna,  il volume è una lucida esplorazione dei paesaggi culturali, giuridici e politici nei quali si muove l’innovazione biotecnologica. Dalla scoperta della struttura del DNA alla decifrazione del genoma umano, la genetica molecolare ha fatto un salto di qualità impressionante. Negli esseri viventi i meccanismi che presiedono alle funzioni ontogenetiche e metaboliche dipendono da reti di regolazione in cui l’informazione contenuta nel DNA è una delle componenti essenziali, ma non la sola. La ricerca di base ha infatti messo in luce che il concetto di gene come elemento di causalità lineare dei processi biologici deve essere rivisto in maniera radicale.
Il volume raccoglie, ampliati, i lavori congressuali della seconda edizione di "Scienza e società - La frontiera dell'invisibile". Sono presenti, tra gli altri, contributi di Ferdinando Albisinni, Jean-Pierre Berlan, Marcello Cini, Barry Commoner, Valerio Onida, Stefano Rodotà.
 

La frontiera dell'invisibile

titolo libro

Saggistica

Che cosa sono i nutriceuticals, le nanobiotecnologie, i test genetici? Quali i vantaggi per la salute, l’ambiente, la società? Quali i rischi?
Mentre il dibattito sugli OGM è sempre più acceso, poco si parla dei cosiddetti OGM di seconda generazione, piante che produrranno vaccini, o delle cosiddette nanobiotecnologie, applicazioni biotecnologiche che faranno interagire materia vivente e materia inerte con la prospettiva di robot intelligenti.
Il volume, che raccoglie gli atti del I Congresso “Scienza e Società” della Fondazione diritti genetici, fa il punto su queste nuove applicazioni biotecnologiche, sottolineandone gli aspetti scientifici, etici, normativi più scottanti.
Sono presenti, tra gli altri, contributi di Roland Clift, Fabrizio Fabbri, Florianne Koechlin, Pat Mooney, Giuseppe Novelli, Elettra Ronchi.